TRIESTE: MORTE SUL LAVORO, I PORTUALI INCROCIANO LE BRACCIA.

da | Feb 9, 2023 | In Evidenza, Attualità, Comunicati Stampa, DIAMO FORZA ALLA FISI, Iniziative | 0 commenti

Sciopero immediato di tutti i lavoratori del porto di Trieste. A far montare la protesta è stata l’ennesima morte sul lavoro di un operaio addetto alla movimentazione delle ceste che è caduto in acqua con il muletto (carrello elevatore)  in assoluta solitudine . Solo dopo alcune ore , non rientrando dal lavoro  il povero Paolo Borselli (58 anni, l’operaio morto), è stato dato l’allarme., ma era già troppo tardi. “L’ennesima morte sul lavoro.” dichiara il Segretario generale della FISI Rolando Scotillo   “su cui vanno individuate le responsabilità, ed a nulla vale il cordoglio espresso dalla società che gestisce il “molo 7″ e dal Presidente dell’Autorità portuale alla famiglia dell’operaio morto che non tornerà più a casa. Nel porto di Trieste si bada più al profitto che alla sicurezza, da tempo non è più avviato il secondo uomo alle ceste. Probabilmente se i soccorsi fossero stati allertati immediatamente l’operaio poteva salvarsi ma non vi era nessuno ed è alla fine Paolo Borselli  è morto in solitudine. Che la Magistratura faccia chiarezza, intanto abbiamo dichiarato uno sciopero immediato e , se sarà il caso e saranno individuate le responsabilità , ci costituiremo come parte civile”– Trieste, non finisce qua , non finisce ora….

Condividi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Recenti

Categorie

Eventi

Leggi anche

PRESENTATA AL PARLAMENTO EUROPEO LA PETIZIONE A FIRMA CONGIUNTA DELL’EURODEPUTATO LUCIA VUOLO E DELL’AVV.MAURIZIO DANZA ALFINE DI GARANTIRE IL DIRITTO AL LAVORO DEGLI SPECIALIZZATI SUL SOSTEGNO ALL’ESTERO, E LA OTTEMPERANZA DA PARTE DEL MINISTERO DELL’ ISTRUZIONE E DEL MERITO AI PRINCIPI ESPRESSI DALLA ADUNANZA PLENARIA DEL CONSIGLIO DI STATO CHE RICONOSCE LA VALIDITA’ DEI TITOLI DI INSEGNAMENTO CONSEGUITI ALL’ESTERO

PRESENTATA AL PARLAMENTO EUROPEO LA PETIZIONE A FIRMA CONGIUNTA DELL’EURODEPUTATO LUCIA VUOLO E DELL’AVV.MAURIZIO DANZA ALFINE DI GARANTIRE IL DIRITTO AL LAVORO DEGLI SPECIALIZZATI SUL SOSTEGNO ALL’ESTERO, E LA OTTEMPERANZA DA PARTE DEL MINISTERO DELL’ ISTRUZIONE E DEL MERITO AI PRINCIPI ESPRESSI DALLA ADUNANZA PLENARIA DEL CONSIGLIO DI STATO CHE RICONOSCE LA VALIDITA’ DEI TITOLI DI INSEGNAMENTO CONSEGUITI ALL’ESTERO

Con la petizione L’Eurodeputato Lucia Vuolo e l’Avv. Maurizio Danza,  intendono richiamare l’attenzione del Parlamento Europeo sulle violazioni dei diritti di moltissimi laureati italiani in possesso di abilitazione e/o specializzazione sul sostegno conseguita in...

IL TAR LAZIO OMETTE DI ESAMINARE LE VIOLAZIONI ALLA DIR.UE N°36/2005 E AI PRINCIPI DELLA ADUNANZA PLENARIA DEL CONSIGLIO DI STATO, E NON SOSPENDE IL COLLOCAMENTO DEGLI SPECIALIZZATI SOSTEGNO ESTERO NEGLI ELENCHI AGGIUNTIVI DELLE GPS

Non appare condivisibile quanto contenuto nelle ordinanze cautelari della IV bis Sezione del Tar Lazio che, hanno respinto la richiesta di sospensiva del collocamento c.d. in coda, negli elenchi aggiuntivi,  così l’Avv.Maurizio Danza Prof di Diritto delle Comunità...