SUL REINTEGRO DEI NO – VAX , SU RETE 4 ACCANIMENTO E RAZZISMO LATENTE.

da | Nov 3, 2022 | Sanità, Attualità, Comunicati Stampa, DIAMO FORZA ALLA FISI, In Evidenza, Senza categoria | 1 commento

Su RETE 4 è andata in onda l’ennesima informazione – farsa che ha visto la nostra dirigente – Giusy Pace – aggredita mediaticamente. In Studio Stefania Cavallaro, Giuseppe Remuzzi , Paolo Guzzanti. Interviste a Remuzzi, De Luca, Bonaccini, Emiliano.

Bisognerebbe far capire a Remuzzi, Bonaccini, De Luca & C. che la Medicina non è una scienza, ma una pratica basata su scienze. È un luogo comune dire che la medicina è una scienza. Così non è. La medicina non è una scienza, è una pratica basata su scienze che differisce dalle altre tecniche perché il suo oggetto è un soggetto: l’uomo. Quando una “pratica” vaccinale (per essere buoni) senza alcun test sulla validità di contrasto alla trasmissione della virosi nei “vaccinati” e senza alcuna certezza sulla nocività a medio e lungo termine viene estesa ad una intera popolazione obbligandola a firmare consensi fallaci e ricattatori, essa si chiama “sperimentazione di massa”.

È inevitabile far risalire la memoria ai “Konzentrazionslager” (da non confondere con i campi di annientamento “Vernicthungslager”) nati già a partire dal 1933 per i dissidenti tedeschi, zingari, omosessuali, ai quali ultimi – evidentemente minoranza considerata nemica da una maggioranza di nazisti –  veniva impedita la libera circolazione, un lavoro e le libertà individuali…..come non trovare similitudini…specialmente alla luce delle dichiarazioni di “illuminati” Presidenti di Regione – accuratamente selezionati – e di “professori” di sistema. Ma vediamo nel dettaglio:

Bonaccini: “schiaffo alla scienza”. No Bonaccini torna a scuola. A tal uopo citiamo la frase di Augusto Murri (1841-1932), medico italiano: “Nella clinica come nella vita, bisogna avere un preconcetto, uno solo, ma inalienabile: il preconcetto che tutto ciò che si afferma e che par vero può essere falso”. La scienza, oggi, ci dice che ciò che è vero deve essere misurabile e ripetibile, statisticamente significativo, tanto da trasformarsi in evidenza e assurgere a valore di legge, almeno sino a che un’altra realtà, altrettanto inoppugnabile, arrivi a superarla.

De luca: è un atto di totale irresponsabilità, che offende i medici che hanno fatto il loro dovere, che hanno dato prova di deontologia professionale. Prova di deontologia professionale? Quale? Quella di essere obbligati ad un consenso informato fallace e ricattatorio in luogo di un consenso informato e libero (o firmi e ti vaccini, o ti sospendo dal diritto al lavoro ed alla retribuzione). Offende i Medici che hanno fatto il loro dovere? Perché rientra nei doveri del personale sanitario fare da “cavie”?

Remuzzi: essere medici ed essere no vax è incompatibile. I politici debbono ascoltare la scienza! Il paziente deve essere avvisato che viene curato da un no vax, certamente. Remuzzi …da te, proprio non vi era da aspettarselo…Tu non sei la scienza, e poi chi non si è “sierato” non è contro le vaccinazioni, ma contro questa pratica che vaccinazione non è. Un vaccino è un preparato biologico prodotto allo scopo di procurare un’immunità acquisita attiva contro un particolare tipo di infezione ai soggetti a cui è somministrato. Questa pratica non da immunizzazione acquisita. Ridicolo quando un Medico, che si ritiene tale, afferma che il paziente deve essere avvisato che è curato da un Medico No – Vax …siamo al delirio assoluto, un Medico No – Vax è un individuo sano senza alcuna patologia ed il tuo è un razzismo ideologico. Ma poi, da Medico, quale è il tuo problema? Ti sei fatto 3 dosi, ti farai la 4°, 5°, 6° ….Come hai detto sempre, tu e i tuoi amici, “chi si vaccina è protetto, non si ammala, non va in rianimazione e non muore” chi si ammala e poi muore è il No – Vax. O non sei convinto di ciò?

Emiliano: manterremo valida la nostra legge regionale sull’obbligo vaccinale! Emiliano lo sai…molte sentenze dicono che una Regione non può imporre una vaccinazione obbligatoria. Hai perso le elezioni su questo, cerca di fartene una ragione..

Paolo Guzzanti: passo falso verso persone che si sono ribellati ad una legge dello stato. La presidente Meloni ha detto cose bizzarre sulle “evidenze”. Guzzanti ….fai il saggista , il giornalista…e quello che vuoi ma non dare lezioni : quando una legge è ingiusta i cittadini hanno l’obbligo di opporsi . E poi …ora è legge, quindi amen! Non c’è più contraddittorio. Se vuoi fai, insieme a De Luca, Bonaccini, Remuzzi & C. manifestazioni contro la reintegrazione ed impugna la legge….l’Italia è un paese libero, anche per te…

Ma quello che di tutti voi irrita è che non la finite mai…e ve la prendete con persone che hanno una dignità ed hanno fatto delle scelte coraggiose nel mentre voi mostrate la vostra codardia. Sì, perché siete dei codardi…Aprire una trasmissione con persone, senza alcun contraddittorio in presenza, per giudicare una disposizione di legge a voi non gradita con tanto di “finta discussione” additando una professionista (GIUSY PACE) e mettendola alla gogna facendola apparire come criminale solo per fare scenografia qualifica la vostra trasmissione come “spazzatura mediatica” e voi come vigliacchi, perché questo siete. Se avete coraggio il contraddittorio, quello vero, fatelo con “esperti” pro e contro non sulla pelle della gente, probabilmente uscirà una versione inaspettata e che evidenzierà tutti i limiti di una sperimentazione di massa fallita.

Condividi

1 commento

  1. francesco franceschini

    Grandi!!!

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

#PAGOSOLOILGIUSTO:  NUOVO DOCUMENTO DISPONIBILE

#PAGOSOLOILGIUSTO: NUOVO DOCUMENTO DISPONIBILE

La strategia messa a punto per far fronte ai rincari delle bollette si arricchisce di un ulteriore documento. Si tratta del doc. 5 utile per chiedere il rimborso delle eccedenze speculative se direttamente prelevate dai fornitori prima che fosse revocata la domiciliazione bancaria.

Condividi