EVENTI AVVERSI: CONTINUANO AD ARRIVARE, NUMEROSE, LE SEGNALAZIONI.

da | Ago 24, 2022 | Attualità, Comunicati Stampa, DIAMO FORZA ALLA FISI, In Evidenza, Legalità, Sanità | 0 commenti

Molte le mail giunte ad eventiavversi@fisinazionale.it , molte le storie che fanno pensare…tutte hanno avuto una risposta dai nostri Medici Legali che stanno valutando le prove. M…a di Roma ha lamentato dopo l’inoculazione fitte al petto ed alle tempie, formicolii agli arti ed acufeni ed è sotto controllo da ben 7 mesi; G….. di Bergamo e ha lamentato alla prima dose svarioni, nausea, dolore al braccio, sudorazione fredda, tremolii forti, mal di schiena, tachicardia e non riusciva a mantenere l’equilibrio , rivoltosi a vari Medici è stato rimproverato anche con parole forti , non ha effettuato la seconda dose e non riesce a capire come deve agire; C….a dopo la prima dose  ha avuto parestesie (formicolio sotto la pianta dei piedi), che si ripresentano ciclicamente; S….a ha visto morire il proprio padre dopo 10 giorni dall’inoculazione ; C…..a ha visto peggiorare clinicamente il proprio padre dopo le prime due dosi e ,dopo due mesi dall’inoculo, gli è stato riscontrato un tumore che lo ha portato alla morte. Queste mail di segnalazioni sono solo una parte di quelle giunte e che sono già allo studio dei nostri esperti che gratuitamente forniranno   un consulto. Se dallo studio dei casi sottoposti alla mail eventiavversi@fisinazionale.it   dovesse evincersi un possibile evento avverso i nostri consulenti vi proporranno il ricorso per il riconoscimento del danno a fronte di una piccola partecipazione alle spese alla portata di tutti. La fase del consulto è totalmente gratuita e nulla dovrà essere versato. Le motivazioni che hanno indotto la nostra Organizzazione a costituire un gruppo numeroso di professionisti quali Medici Legali e di Avvocati risiedono nell’intento di costituire un database con gli eventi avversi da inoculazione per opporsi ad una probabile quarta vaccinazione obbligatoria ad ottobre e a far riconoscere il danno ai danneggiati. Infatti , con l’avvento della stagione invernale, è probabile che la narrazione riprenda e che gli obblighi vengano reinseriti (basta un D.P.C.M…). E’ molto importante, quindi, che chi ha una storia di probabile evento avverso lo racconti e lo denunci. La FISI, in questo percorso, non vi lascerà soli.

Condividi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Recenti

Categorie

Eventi

Leggi anche

11 FEBBRAIO MOBILITAZIONE A SANREMO: NO ZELENSKY AL FESTIVAL!

11 FEBBRAIO MOBILITAZIONE A SANREMO: NO ZELENSKY AL FESTIVAL!

Facendo eco al nobile sentimento di indignazione del Popolo italiano, il sindacato FISI fa appello a tutte le forze politiche del dissenso e a tutti i cittadini di buona volontà, affinché si mobilitino con noi il giorno 11 febbraio a Sanremo per far sentire forte e chiara la voce degli italiani cui stanno ancora a cuore la credibilità e la dignità dell’Italia.

Condividi