COVID 19 , NON E’ ANDATA TROPPO BENE…LE PRIME SEGNALAZIONI..

da | Ago 16, 2022 | In Evidenza, Attualità, Comunicati Stampa | 3 commenti

Dopo aver lanciato la mail eventiavversi@fisinazionale.it , mail implementata dalla FISI dove è possibile essere assistiti per i casi di danno da vaccino, arrivano i primi casi certificati. Tra questi abbiamo sicuramente selezionato un caso certo: trattasi di una donna che ha accusato , dopo la prima dose di vaccino ( Moderna) , dolori al petto ed a cui è stata diagnosticata una Pericardite con versamento . In basso è raffigurata tale patologia.

 

Oltre alla pericardite , la stessa signora, ha accusato acufeni che  tutt’ora sono presenti in maniera fissa all’orecchio pur non avendo prima mai accusato  problemi all’udito. La signora è sotto controllo da 7 mesi e a settembre prossimo dovrà ripetere un eco cardiogramma. Il caso è già stato preso in carico dallo staff Medico – Legale che approfondirà la tematica ed assisterà la signora nel riconoscimento del danno. “E’ molto importante che chi ha subito un danno da vaccino denunci l’accaduto e si faccia assistere nel percorso da professionisti del settore.” Il segretario generale della FISI , Rolando Scotillo, è molto chiaro “Questo Governo ed il Ministro della Sanità hanno fatto credere a milioni di Italiani che il < siero > inoculato non avesse controindicazioni , fosse sicuro e che proteggesse tutti . La verità è invece un’altra e sta venendo a galla . Robert Malone, sul sito t.me/RWMaloneMD , rende noto che nell’anno 2021 – rispetto all’anno 2020 – patologie come Tumori endocrini, Infarti acuti, Miocarditi e Pericarditi, Embolie polmonari, emorragie subaracnoidee , Neoplasie Tumori, Neoplasie Maligne organi digestivi, Neoplasie cancro al seno, infertilità, dismenorrea, sindrome di Guillian – Barrè , Mielite trasversa acuta, Sclerosi multipla, Emicrania , Ipertensione , Infarti cerebrali , sono aumentati del  200 % ed in alcuni casi fino al 600 % .” E’ importante ora , visti questi dati, fermare il massacro che ci sarà a medio e lungo termine, rendendo pubblici i numeri di questi eventi avversi sottaciuti dal Governo Italiano mettendo tutti davanti alle proprie  responsabilità : chiunque abbia avuto un evento avverso certificato a seguito di vaccinazione per COVID 19 può scrivere alla mail eventiavversi@fisinazionale.it allegando le certificazioni mediche in proprio possesso ed un contatto. Lo staff Medico – Legale ed i legali della FISI valuteranno attentamente la fattibilità del riconoscimento del danno da vaccino e vi assisteranno nel percorso . Il dott. Cutri (segretario nazionale di settore della struttura di Medicina legale della FISI) , attraverso il proprio staff, acquisirà gli atti e visiterà le persone fatte oggetto di evento avverso, assistendole fino al riconoscimento giudiziario del danno. Tutti i dati saranno , poi, inseriti nello studio della FISI sugli eventi avversi da vaccino.

Condividi

3 Commenti

  1. Andrea

    Senza contare tutti i disturbi che si sono presentati e che hanno catalogato come psichiatrici perché noni medici hanno voluto indagare oltre

    Rispondi
  2. Engel

    Quante persone in buona fede, si sono vaccinate fidandosi della subdola narrativa mediatica? In quanti hanno avuto eventi avversi, pensando che fosse una complicanza di madre natura? La risposta è che anche una sola persona è troppa. Non doveva succedere, se non per libera scelta informata delle persone stesse, come per tutti coloro a cui è rimasta la via del farmaco sperimentale.

    Rispondi
    • gianfranco morciano

      Mia moglie è stata obbligata al vaccino (pers sanitario) e da allora, fin dalla prima inoculazione ha sballato il ciclo mestruale …ma come possiamo dimostrarlo?

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Recenti

Categorie

Eventi

Leggi anche

11 FEBBRAIO MOBILITAZIONE A SANREMO: NO ZELENSKY AL FESTIVAL!

11 FEBBRAIO MOBILITAZIONE A SANREMO: NO ZELENSKY AL FESTIVAL!

Facendo eco al nobile sentimento di indignazione del Popolo italiano, il sindacato FISI fa appello a tutte le forze politiche del dissenso e a tutti i cittadini di buona volontà, affinché si mobilitino con noi il giorno 11 febbraio a Sanremo per far sentire forte e chiara la voce degli italiani cui stanno ancora a cuore la credibilità e la dignità dell’Italia.

Condividi