OMICRON: VARIANTE GOVERNATIVA IMBARAZZANTE

da | Gen 9, 2022 | Sanità | 0 commenti

Dopo aver dimostrato che , facendo un paragone con i dati di mortalità COVID fra Italia e Germania, per disorganizzazione e per incompetenza dei vertici del sistema sanitario nazionale e dei 20 sistemi sanitari regionali,  le misure adottate dal nostro governo hanno prodotto circa 62.000 morti in più, arriva la variante “OMICRON” a far tremare il Governo Italiano .
Infatti è , oramai , condiviso che con detta variante vi è una diminuizione della ospedalizzazione del 50 /60 % . Il Virus , quindi , è molto meno virulento anche se più trasmissivo. Sta , evidentemente, crollando la “narrazione” governativa , crollo confermato dagli ultimi dati : 25 dicembre 2021 ,  54.762 i casi di Covid individuati in Italia nelle ultime 24 ore, tasso di positività al 5,6%, gli attualmente positivi oltre 500.000. Mai abbiamo toccato un numero così alto. Si torna alle restrizioni della libertà , si effettua una terza pratica vaccinale e si paventa una quarta e si cerca di estendere l’obbligo a tutto il mondo del lavoro a dimostrazione del fallimento più completo del Governo Italiano. Puntare tutto sulla pratica vaccinale, ignorare ben 5 terapie alternative, autorizzate finanche dall’AIFA, ha portato di nuovo a chiusure di attività lavorative e ad ulteriori discriminazioni tra vaccinati e non vaccinati, tra vaccinati con seconda dose e vaccinati con terza dose , come avevamo già ipotizzato. Avevamo anche ipotizzato, insieme a virologi “veri” e non da baraccone, che il virus a RNA  per la possibilità intrinseca di variare conformazione virale ed aggirare i possibili vaccini – questi da aggiornare continuamente con “booster” –   non sarebbe servito a molto. In effetti ci avviciniamo velocemente ad un indice di contagio dell’8 % ( ora più del 5 %) sui livelli dell’anno scorso e dobbiamo ringraziare solo una variazione del virus meno virulenta se non abbiamo più morti. Cure alternative e precoci, assistenza domiciliare “vera” (quella che hanno distrutto)  rappresentano la vera alternativa , il vaccino rappresenta la cosiddetta “cura compassionevole” – noto anche come accesso ampliato –  che altro non è che l’uso terapeutico di farmaci sperimentali al di fuori degli studi clinici. Secondo la definizione dell’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA), è “un’opzione di trattamento che consente l’uso di un medicinale non autorizzato in fase di sviluppo”.
Ricordiamo a tutti , malgrado la disinformazione delle TV e dei giornali sostenuti economicamente dal Governo, che il vaccino Covid 19 è un trial cinico con fine sperimentazione 2023 . Lo scopo dei Trial clinici è quello di verificare che una nuova terapia sia  sicura, efficace e migliore di quella normalmente impiegata e correntemente somministrata. Di tanto dobbiamo essere consapevoli, come ne debbono essere consapevoli i nostri politici, siamo in fase sperimentale e siamo obbligati a sottoporci alla “vaccinazione” per verificare che sia sicura  e efficace .
Condividi

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Leggi anche